Interpack 2020 posticipato, le nuove date: dal 25 febbraio al 3 marzo 2021

Con questa decisione, Messe Düsseldorf si allinea alle raccomandazioni del team di gestione crisi, del governo federale tedesco di tenere conto dei principi del Robert Koch Institute, che indica di valutare i rischi nell’organizzare eventi che richiamino un grande pubblico.

Sulla base di questa raccomandazione e del recente significativo aumento del numero di persone infette dal nuovo virus corona (SARS-CoV-2), anche in Europa, Messe Düsseldorf ha riesaminato la situazione.

Vi è inoltre la sentenza generale emessa dalla città di Düsseldorf l’11 marzo 2020, in cui sono generalmente vietati i grandi eventi con più di 1.000 partecipanti contemporaneamente.

“La decisione è stata presa in stretta consultazione con il nostro consiglio consultivo e le associazioni di sponsorizzazione”, sottolinea Werner M. Dornscheidt, presidente del consiglio di amministrazione della Messe Düsseldorf GmbH. Riflette anche i desideri dei singoli settori: “Come loro partner, stiamo attualmente facendo tutto il possibile per ridurre le perdite economiche subite dai nostri espositori”.

“La città di Düsseldorf sta seguendo le istruzioni del governo statale. Il nostro obiettivo è quello di rallentare la diffusione del virus corona in modo che il sistema sanitario possa continuare a funzionare correttamente”, sottolinea Thomas Geisel, Lord Mayor della capitale dello stato di Düsseldorf e presidente del consiglio di sorveglianza della società fieristica di Düsseldorf.

Ritardare il più possibile la diffusione del virus è anche un obiettivo dichiarato secondo il Robert Koch Institute (RKI). Al fine di adempiere alla responsabilità di Messe Düsseldorf per la prevenzione dei rischi, la società ha dovuto principalmente ridurre al minimo il rischio aumentato di infezione in occasione di eventi importanti. Le misure per ridurre il rischio di trasmissione in occasione di eventi importanti, che il Robert Koch Institute ha chiaramente definito – come la ventilazione della sede adeguata al rischio di infezione, l’esclusione delle persone dai gruppi a rischio e l’installazione completa di screening di ingresso, erano praticamente impossibile da implementare. Anche misure comparabili erano e sono irragionevoli in vista dell’imprevedibile rapido sviluppo e delle dimensioni dei vari eventi con un massimo di 60.000 partecipanti.

I partner industriali di interpack supportano la decisione di posticipare la fiera e insieme ai responsabili contano su un evento di successo l’anno prossimo. “interpack è l’evento principale assoluto per l’industria dell’imballaggio internazionale e le industrie di trasformazione correlate. La fiera prospera su incontri personali e scambi diretti tra persone provenienti da tutto il mondo. Ciò è possibile solo se non vi sono rischi per la salute. Pertanto, il rinvio è responsabile e giusto. Attendiamo con impazienza l’evento del prossimo anno per discutere delle questioni che stanno definendo il settore, come la sostenibilità, e per presentare le soluzioni appropriate “, commenta Christian Traumann, Presidente di interpack 2020 e Amministratore delegato e Presidente del Gruppo a Multivac Sepp Haggenmüller SE & Co. KG.

“Il virus corona e le restrizioni associate rappresentano ora una grande sfida per l’intero settore dell’ingegneria meccanica. I possibili e attualmente imprevedibili effetti dell’agente patogeno con un incalcolabile rischio di infezione, la minaccia della quarantena per i rimpatriati, le restrizioni generali ai viaggi in alcuni paesi, ma anche notevoli restrizioni di viaggio da parte di molte aziende, purtroppo, rendono impossibile tenere con successo l’interpack a maggio. Il VDMA, in quanto associazione di supporto di interpack, accoglie con favore un rinvio in determinate circostanze eccezionali. La nuova data ora garantisce affidabilità nella pianificazione “afferma Richard Clemens, amministratore delegato della VDMA Food Processing and Packaging Machinery Association.

L’industria alberghiera di Düsseldorf sta inoltre inviando un segnale importante attraverso l’organizzazione ombrello DEHOGA (Associazione commerciale per l’industria dell’ospitalità): “Facciamo appello ai nostri membri e all’intero settore per essere flessibili quando si tratta di riprenotare gli espositori e i visitatori.

Fiere come interpack svolgono un ruolo enormemente importante per la città, l’industria alberghiera e la ristorazione. Sarebbe controproducente non mostrare buona volontà in questa situazione “, in quanto entrambi i rappresentanti di DEHOGA Giuseppe Saitta (Presidente Düsseldorf / Distretto Gruppo Rhein- Kreis Neuss) e Rolf D. Steinert (gruppo alberghiero e turismo di Düsseldorf / Rhein-Kreis Neuss).

Werner M. Dornscheidt è lieto del consenso generale e dell’incoraggiamento in questa situazione speciale: “Vorremmo ringraziare tutti i nostri partner per la loro eccellente collaborazione nel prendere queste decisioni difficili e sensibili al tempo. Siamo lieti che insieme sia stata trovata una data così rapidamente al fine di consentire a tutti gli interessati di pianificare in modo affidabile “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.