Controllori MOSAIC: più sicurezza, più flessibilità

Rapida installazione, integrazione di tutte le funzioni necessarie agli impianti di automazione e rigoroso rispetto delle norme. Grazie al controllore configurabile MOSAIC sarà più semplice la realizzazione e l’adeguamento degli impianti.

Oggi la progettazione e realizzazione dell’impianto di sicurezza per una linea di automazione o di imballaggio deve considerare le eventuali esigenze di espansione e modifica che nel tempo potrebbero interessare singoli macchinari o intere parti del sistema. La soluzione MOSAIC messa a punto in ReeR risponde a questa esigenza: è modulare, configurabile e in grado di gestire tutte le funzioni di sicurezza di un impianto; inoltre permette di progettare i sistemi di sicurezza sapendo che in futuro saranno possibili espansioni, integrazioni e modifiche.

MOSAIC gestisce la maggior parte dei sensori e comandi di sicurezza, inclusi encoder e proximity per il controllo della velocità.
A seconda della complessità dell’impianto, il sistema può essere composto dalla sola unità principale (Master M1S dotata di 8 input e 4 output di sicurezza) o, in massima configurazione, dall’unità principale e 14 espansioni, per un totale di 128 input, 32 output di sicurezza e 48 di segnalazione.

Grazie ai moduli MB MOSAIC può essere interfacciato con i più comuni Bus di campo industriali e le interfacce MCT consentono l’utilizzo di un solo cavo per la decentralizzazione dei vari moduli che compongono il sistema, facendone una soluzione ideale per la connessione di più macchine su una linea di produzione.
Il nuovo modulo MA4 permette inoltre di collegare sensori analogici come celle di carico, misuratori di pressione, temperatura, ecc..)

Velocità e movimento
Per il controllo del movimento (velocità assi) sono stati sviluppati i moduli di espansione MV, che permettono il controllo in sicurezza (fino a PL e) di velocità zero, velocità massima, range di velocità e direzione del movimento (rotazione/traslazione). I moduli di Mosaic integrano gli ingressi per encoder incrementali (frequenza fino a 500 KHz) e proximity e offrono la possibilità di configurare fino a 4 soglie di velocità per ciascuna uscita logica (asse).
Ogni modulo controlla due uscite logiche configurabili tramite MSD ed è quindi in grado di controllare fino a due assi indipendenti.

Alcuni esempi di utilizzo?
Per il controllo della velocità zero Mosaic verifica che il dispositivo pericoloso sia effettivamente fermo; questo consente di sbloccare ripari mobili e cancelli per permettere a un operatore l’accesso in sicurezza alle zone pericolose. Per il controllo velocità massima, invece, si verifica che la velocità di sicurezza impostata (ridotta) non venga superata, permettendo agli operatori di lavorare in sicurezza durante le operazioni di manutenzione o regolazione dell’impianto.

Una configurazione intuitiva
“Mosaic Safety Designer” è il software (gratuito) per la configurazione del sistema. La sua interfaccia grafica, basata su finestre “drag and drop” è semplice e intuitiva.
Due funzioni possono rivelarsi particolarmente utili al progettista: quella di validazione, per le verifiche in fase di progetto e il monitor per i test in fase di installazione.

Inoltre il rapporto di progetto fornisce automaticamente i valori reali di PFHd, DCavg e MTTFd necessari per il calcolo del “Performance level” delle funzioni di sicurezza.

http://www.reersafety.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.