Sicurezza e flessibilita’ per le macchine alimentari

Più diagnostica intelligente per sensori e dispositivi PILZ

Pilz Italia crede molto nella manutenzione predittiva e cerca di creare prodotti che consentano di acquisire importanti informazioni sui cambiamenti delle situazioni e sull’usura delle macchi­ne.

È con questa filosofia che Pilz Italia ha realizzato il nuovo sistema Safety device diagnostic (SDD) il quale può essere collegato ai sensori RFID di sicurezza PSENcode oppure alle elettroserrature di nuova generazione PSENmlock fornendo informazioni dettagliate di diagnostica quando sono collegati in serie tra di loro. In particolar modo è possibile sapere per ogni sensore collegato informazioni sullo stato degli ingressi e delle uscite, i numeri di serie del sensore e del suo attuatore, lo stato del blocco ove presente, i livelli di codifica, la temperatura di ogni sensore ove possibile, i livelli della tensione di alimentazione, il livello di allineamento e uno storico di tutti eventi avvenuti. Tutte le informazioni sono consultabili in tempo reale tramite il display integrato del sistema SDD oppure tramite i bus di campo Modbus TCP, Ethernet IP e Profinet oppure tramite

Web server integrato. Tutti i dati sono così resi noti e possono essere letti su rete IT o su dispositivi mobili come richiesto dalla filosofia dell’industria 4.0. Allo stesso tempo Pilz sta investendo molto su protocolli standard per il funzionamento delle macchine e dei sistemi software che possano comunicare tra loro nella stessa lingua come per esempio nel caso dello standard OPC UA. È infatti possibile collegare i sistemi di sicurezza configurabili PNOZmulti e i sistemi di sicurezza programmabili PSS4000 in una rete ethernet per rendere disponibile tramite OPC server UA tutta la diagnostica dettagliata relativa ai blocchi di sicurezza e allo stesso tempo dell’hardware di sicurezza. Tutta questa diagnostica è anche fruibile tramite la soluzione grafica PASvisu con pochi click senza complicate operazioni supplementari oppure perfino tramite un comune OPC UA client di terze parti.

Sicurezza e non solo

Non ultimo è l’aspetto security: l’integrazione dei sistemi di automazione con quelli IT nel futuro segnerà un profondo cambiamento che richiederà diverse innovazioni nelle infrastrutture di connettività, nei dispositivi intelligenti collegati via IP e nelle differenti applicazioni software in grado di elaborare e creare valore dai dati.

Questo comporta che i vari utilizzatori e i costruttori delle macchine dovranno migliorare il loro livello di conoscenza e famigliarità con le nuove tecnologie emergenti dal mercato. Con SecurityBridge, Pilz Italia offre un prodotto anche per il settore alimentare che permette le operazioni di teleservice come descritto nella norma generale EN 415-10. SecurityBridge protegge il sistema configurabile PNOZmulti 2 e il sistema di automazione PSS 4000 dalle manomissioni causate da accesso non autorizzato. In questo modo si evitano rischi di spionaggio e manomissione garantendo così la sicurezza del per sonale e la disponibilità delle macchine.

Formazione con la consueta competenza

Pilz Italia offre le proprie competenze per la protezione delle persone (safety) e la protezione dei dati sensibili di una macchina (security): non solo l’uomo e la macchina, ma i dati e le competenze devono essere protetti contro accessi non autorizzati e l’uso improprio. Sensori di nuova generazione consentiranno di misurare, monitorare, identificare

e localizzare qualsiasi cosa, dentro e fuori alle fabbriche e sempre più aiuteranno l’Industria 4.0 a ridurre i rischi non previsti o non facilmente controllabili fino ad ora, garantendo massima visibilità rispetto al funzionamento degli impianti, ottimizzando la produzione e la gestione del magazzino

Con i nostri servizi di formazione reperibili presso http://www.pilzacademy.it prepariamo le nuove generazioni ad un approccio più aperto e allo stesso tempo più attento alle sicurezza delle macchine. Flessibilità, diagno

stica, sicurezza degli impianti e macchinari che devono essere in grado di adattarsi alla rapida evoluzione requisiti, nuovi campi applicativi quali per esempio Human Robot Collaboration (HRC) sono alcuni dei temi più cari e che abbiamo il piacere di trattare per i clienti che apprezzano la nostra competenza.

http://www.pilz.com

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.