Etichettatura green friendly e costi sostenibili? È possibile con Makro Labelling

Con l’etichettatrice Roll Feed di Makro Labelling si può.

Sostenibilità e rispetto dell’ambiente sono temi importanti, ma come si comporta un’etichetta avvolgente di carta in bobina nel processo di etichettatura per grandi volumi? E quanto incide, una scelta green, in termini di costi e di ritorno dell’investimento? La sfida, lanciata dal produttore inglese di etichette in carta Brigl & Bergmeister, ha visto coinvolta Makro Labelling e la MAK Roll Feed con risultati sorprendenti.  

È possibile mantenere elevate performance in termini di velocità nel processo di etichettatura per grandi volumi, senza interruzioni e strappi alla bobina, con un risultato eccezionale in termini di produzione e una profonda attenzione ai costi anche utilizzando etichette in carta green friendly? È questa la sfida rivolta a Makro Labelling – azienda di riferimento internazionale nel settore dell’etichettatura – contattata attraverso la sua filiale inglese Makro UK da Papico, uno dei maggiori distributori inglesi di Brigl & Bergmeister, produttore che ha appena introdotto sul mercato dell’etichettatura la NiklaPET Web da 80 e 55 g/m², etichetta di carta che garantisce una resa perfetta della stampa.

Come spesso capita, non avevamo una risposta certa alla domanda. Perciò abbiamo intrapreso una profonda analisi della situazione del mercato, cercando di capire quali potessero effettivamente essere i vantaggi competitivi nell’utilizzo di etichette in carta da bobina alimentata, e su quale mercato questi benefici sarebbero stati davvero importanti. La risposta è stata chiara: ad avvantaggiarsi dell’applicazione sono potenzialmente tutti i produttori del settore Food e Beverage che attualmente utilizzano etichette di carta pretagliate per applicazioni avvolgenti. Dai produttori di acque minerali al mercato dei prodotti inscatolati, questa applicazione offre chiari vantaggi e benefici e risponde alla crescente attenzione di questo mercato al tema della sostenibilità ambientale” dichiara Richard Portman, Managing Director di Makro UK.

Ma se da un lato la richiesta di applicazioni green friendly anche in questo settore è crescente, dall’altra questo tipo di applicazione deve garantire precisi standard e richieste di produzione, senza incidere esponenzialmente sui costi. Il test svolto da Makro Labelling sulla MAK Roll Feed, l’etichettatrice Makro per grandi volumi con etichette avvolgenti (normalmente impiegata con materiale plastico), ha garantito un risultato perfetto: il processo con bobina di carta si è svolto senza interruzioni o rotture anche alla velocità di 30.000 b/h.

È stata una grande soddisfazione per noi di Makro Labelling sapere che la Mak Roll Feed è adatta, oltre che per l’applicazione per cui è nativa, anche all’utilizzo con la carta. Il test è andato benissimo, e ha saputo rispondere alle richieste di velocità di produzione e assenza di errori. Ma andava completato con un’analisi dei costi puntuale e una previsione di tempi di recupero del capitale investito, utile a quei produttori che desiderano sostituire la vecchia linea di etichettatura con una Mak Roll Feed. Anche in questo caso i risultati sono andati al di là delle aspettative”, spiega Massimo Manzotti, presidente e direttore commerciale di Makro Labelling.

L’analisi dei costi, effettuata su diversi mercati interessati (imbottigliamento e due diversi produzioni Food che etichettano grandi volumi, tra i 100 e 200 milioni di pezzi all’anno), ha infatti evidenziato che, pur sostenendo il costo iniziale dell’etichettatrice Mak Roll Feed in grado quindi di etichettare sia su materiale plastico sia su carta, il risparmio nel processo su un periodo di utilizzo medio di 10 anni si aggira tra 600.000 e 1.800.000 di euro.

Se a questi dati si aggiunge la diminuzione del costo del personale, che con la MAK Roll Feed deve intervenire ogni mezz’ora circa e non costantemente, il risultato di questo test è davvero strepitoso. La collaborazione con Brigl & Bergmeister è stata davvero un grande esempio di come l’investimento che Makro Labelling ha fatto e continua a fare in tecnologia di etichettaggio può davvero offrire ai nostri clienti un’alternativa nuova, valida e attenta alla sostenibilità. L’investimento in una nuova etichettatrice Makro garantisce un ritorno dell’investimento veloce nelle aziende che richiedono grandi velocità di produzione: stimabile in meno di 12 mesi e con una garanzia di risparmio sui costi continua”, conclude soddisfatto Richard Portman.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...